Guido Visconti di Modrone (1838 - 1902)

Nato a Milano il 19 luglio del 1838, combattente volontario per l’unità d’Italia, Guido si distinse soprattutto in qualità di imprenditore e filantropo.
Subentrato infatti alla dirigenza dello stabilimento tessile Visconti di Modrone di Vaprio d’Adda alla morte del fratello Raimondo, riuscì nel corso degli anni ad accrescere in maniera significativa la produzione e la qualità dei tessuti, oltre che a porre la propria azienda all’avanguardia sul piano nazionale per le tecnologie adottate.
Il costante incremento dell’attività permisero successivamente di avviare anche la Tessitura Visconti di Modrone a S.Vittore Olona ed il Candeggio Visconti di Modrone a Somma.
Spesso presente a Cassago nei suoi periodi di riposo, fu un importante benefattore per  l’intera comunità: a lui infatti si deve la costruzione dell’asilo Visconti, che dall’anno di inaugurazione ( 1903 ) ha ininterrottamente ospitato intere generazioni di bambini cassaghesi.
Inoltre, la vita del Duca Guido fu indissolubilmente legata anche al Teatro alla Scala, del quale fu presidente del comitato di gestione a partire dal 1898.
Sotto la sua direzione, circondato tra l’altro da figure come Arturo Toscanini ed Arrigo Boito, la Scala visse il primo vero processo di modernizzazione della sua storia.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su "Più info".