Giovanni Ceruti, l’architetto del Mausoleo Visconti

Giovanni Ceruti, l’architetto del Mausoleo Visconti

Giovanni Ceruti nacque il 1° ottobre 1842 a Valduggia in località Valpiana, un piccolo centro della Bassa Valsesia,in provincia di Vercelli. All’estremità nord di tale comune si trova la località Valpiana o Valle piana, nota anche con il termine dialettale mansoi. Pochi anni prima della nascita di Giovanni Ceruti, nel 1838, la località Valpiana contava 140 individui, suddivisi in 29 famiglie.
Ben presto però, il giovane Ceruti abbandonò la sua città d’origine per trasferirsi a Milano.
Fu uno dei primi studenti a frequentare il Politecnico di Milano, e riuscì ben presto a laurearsi in Ingegneria Civile nel 1867 solo 4 anni dopo la fondazione del prestigioso ateneo (1863).
In seguito egli è indicato da alcuni documenti con la qualifica di libero esercente a Milano e infatti fu chiamato a svolgere varie mansioni: sia progetti di alcune opere architettoniche, come quelli eseguiti per il Mausoleo dei Visconti di Modrone, ma anche alcune consulenze su piani di recupero e restauro di importanti palazzi, come nel caso di un intervento sull’Arengario di Monza, realizzato e progettato con Archimede Sacchi.

La prima opera che realizzò sembra sia stato un tipo di padiglione conosciuto come La Bollente di Aqui Terme (1870). Sotto questa edicola sgorgano circa 560 litri di acqua al minuto, ad una temperatura che si aggira intorno ai 75°C, formando in inverno un’affascinante nuvola di vapore. Fa da cornice a questa singolare costruzione architettonica una piccola piazzetta, inquadrata da una breve strada porticata dai modi neoclassici. Giovanni Ceruti architetto e ingegnere morì il 24 maggio del1907 a Milano, all’età di 65 anni.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su "Più info".