Le origini della festa di Sajopp: il legato Zappa

Le origini della festa di Sajòpp: il legato Zappa

La chiesa di san Salvatore fu il luogo dove è stato assolto dal Cinquecento in poi il legato Zappa. Zappa in realtà è il cognome italianizzato della famiglia De Sapis che aveva la sua roccaforte proprio a Tremoncino. Si trattava sicuramente di facoltosi possidenti, che avevano terre a Cassago ma anche nei paesi vicini. Nel 1456 Magister Iacobus de Sapis pagava più tasse dell’intera comunità di Cassago.
Chi istituì il legato Zappa ? Molto probabilmente furono Petrus e Ambrosius de Sappis che, separatamente, il primo l’8 maggio 1546, il secondo il 28 aprile 1547, con atto notarile lasciarono alcuni beni per far celebrare messe a loro favore assieme alla distribuzione di pane ai poveri. I loro testamenti furono rogati dai notai Tommaso e Giovan Battista de Isacchi di Milano in un periodo che vedeva riaffiorare rigurgiti di peste. Pochi anni dopo, finita la terribile pestilenza manzoniana del 1630, il legato incominciò ad essere onorato dai nobili Pirovano, che avevano acquistato terreni e case a Tremoncino, fra cui lo stesso colle dove sorgeva la chiesa, proprio dai De Sapis con la clausola di mantenere nel tempo il legato degli avi.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su "Più info".